SCIA, APPROVATO IL DECRETO DI RIFORMA

24 Giugno 2016

"Qualche anticipazione su come cambierà la segnalazione certificata di inizio attività"

Il Consiglio dei Ministri nella seduta n.120 del 15 giugno 2016 ha approvato in esame definitivo il decreto legislativo sulla revisione delle Norme in materia di segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) in attuazione della delega da articolo 5 della Legge 7 agosto 2015, n. 124, alle quali Regioni ed enti locali dovranno adeguarsi entro il I0 gennaio 2017.

Non è stato ancora pubblicato il testo di legge approvato ma, da quanto annunciato dal Consiglio dei ministri, emerge che:

 

- sarà possibile presentare presso un unico ufficio, anche in via telematica, un unico modulo SCIA

 

- valido in tutto il paese. La pubblica amministrazione destinataria delle istanze e richieste pubblica sul proprio sito istituzionale il modulo;

 

- è previsto un unico ufficio a cui rivolgersi, che avrà il compito di interagire con tutti gli altri uffici e/o amministrazioni interessate. La richiesta al cittadino di documenti ulteriori rispetto a quelli previsti è considerata inadempienza sanzionabile sotto il profilo disciplinare;

 

- la ricevuta che viene rilasciata a seguito della presentazione di istanze, segnalazioni o comunicazioni costituisce comunicazione di avvio del procedimento: essa deve indicare i termini entro i quali l'amministrazione è tenuta a rispondere o entro i quali il silenzio dell'amministrazione equivale ad accoglimento dell'istanza;

 

- il provvedimento di sospensione dell'attività intrapresa è ora limitato ai soli casi di attestazioni non veritiere o di coinvolgimento di interessi sensibili (ambiente, paesaggio, ecc.);

 

- nel caso di Scia unica la possibilità di iniziare subito l'attività è circoscritta ai casi in cui non siano presupposte autorizzazioni o altri titoli espressi.

 

Ancora in attuazione della delega di cui all'articolo 5 della Legge 7 agosto 2015, n. 124, è stato

 

approvato in esame preliminare il decreto sulle Norme in materia di regimi amministrativi delle attività private. "Il decreto provvede alla mappatura completa e alla precisa individuazione delle attività oggetto di procedimento di mera comunicazione o segnalazione certificata di inizio attività (Scia) o di silenzio assenso, nonché quelle per le quali è necessario il titolo espresso e introduce le conseguenti disposizioni normative di coordinamento. Inoltre è prevista la semplificazione di regimi amministrativi in materia edilizia".

 

Per i dettagli sull'elenco delle attività per le quali è prevista la SCIA 2016 e sulle regole procedimentali, si attende la pubblicazione dei decreti in Gazzetta Ufficiale.

 

Per ulteriori info consultare il comunicato del Governo al seguente link: http ://www .governo.it/articolo /comunicato-stampa-del-consiglio-dei-ministri-n-120/ 5290

 

 

Letto 810 volte Ultima modifica il Venerdì, 24 Giugno 2016 18:05

Informativa Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information